FANDOM


Partito Civile
Civil Party
(CP)
Ascie
Leader William Howard
Fondazione Newport (Southland), 1925
Dissoluzione Newport, 30 aprile 1941
Sede Newport, Hume
Ideologia Interventismo, Nazionalismo, Militarismo
Collocazione Ultradestra
Testata Let's Go!
Iscritti 1000 (1926)

9500 (1929)
1.500.000 (1931)
4.600.000 (1939)

Il partito Civile (Civil Party) fu un partito a carattere militare che prese il potere a Southland nel 1929, instaurandone un governo totalitario, attraverso la personalità carismatica di William Howard, fino al 30 aprile 1941, data ufficiale della soppressione del partito.

OrigineModifica

Il partito venne fondato, in seno alla Federal Military Accademy di Newport da William Howard nel 1925, con lo scopo di costituire un movimento a carattere militare che avesse potuto portare Southland ad un riscatto sul panorama interazionale, dopo l'uscita dalla prima Guerra Mondiale.

Il Civil Party prenderà regolarmente il potere nel 1929 dopo una spettacolare campagna elettora, grazie alle indubbie doti di oratore del presidente del partito, Howard, che verrà nominato presidente federale, e l'aiuto delle FS Army di cui Howard era divenato il generale capo nel 1927. Durante l'anno successivo il partito si imporrà come primo partito della nazione, grazie all'emanazione delle leggi capitoline, e, nell'anno successivo, diventerà l'unico partito ammesso al Congresso.

StoriaModifica

Negli anni successivi alla sua imposizione a partito dominante di Southland, il Civil Party si avvicinerà, come ideologia e impostazione, ai grandi partiti fascisti. Pur rimanendo estraneo alle leggi razziali (a Southland le discriminazioni erano inconcebili per qualunque abitante), si alleò con Germania, Italia e Giappone nel 1939, entrando poi con le tre nazioni nella Seconda Guerra Mondiale.

Sostanzialmente Southland farà da spettatrice fino agli inizi del 1941, quando supporterà le truppe alleate nella conquista di Jugoslavia e Grecia, con lo scopo di ottenere una lingua di terra in Europa. Il mondo civile era già però inorridito dal comportamento delle truppe tedesche alleate e nello stesso esercito southlander, fiero patriota, dilagava il malcontento per le incurisoni nazi-fasciste in Africa e Europa, che andavano contro agli ideali anti-colonialistici per cui avevano lottato nel 1645.

Proprio l'intervento in Europa dei primi di aprile del 1941 fece traboccare il vaso. Le truppe si rifiutarono in massa di partire e, sostenute dai numerosi movimenti anti-civili, occuparono il Congresso. Thomas Wilson, personalità di spicco dei ribelli, si fece portavoce della volontà della nazione, dichiarardo decaduto il mandato del presidente Howard, che venne arrestato il 25 aprile.

Processo di NewportModifica

Cinque giorni dopo l'arresto del leader Howard, il 30 aprile, il nuovo presidente federale Wilson dichiarerà ufficialmente sciolto il Civil Party, senza la possibilità che un nuovo partito con tale denominazione o ideali politici possa essere ricostituito nel paese. Terminava così, dopo dodici anni, una delle pagine più nere della storia di Southland.